Today: Wednesday 23 June 2021 , 12:09 am


advertisment
search




Shirin Neshat

Last updated 1 Mese , 6 Giorno 2 Visualizzazioni

Advertisement
In this page talks about ( Shirin Neshat ) It was sent to us on 17/05/2021 and was presented on 17/05/2021 and the last update on this page on 17/05/2021

Il tuo commento


Inserisci il codice
  {{Bio
Nome = Shirin
Cognome = Neshat
PreData =
Sesso = F
LuogoNascita = Qazvin
LuogoNascitaLink = Qazvin (città)
GiornoMeseNascita = 26 marzo
AnnoNascita = 1957
NoteNascita =
LuogoMorte =
GiornoMeseMorte =
AnnoMorte =
Epoca = 1900
Epoca2 = 2000
Attività = artista
Nazionalità = iraniana
PostNazionalità = di arte visiva contemporanea, conosciuta soprattutto per il suo lavoro nel cinema, nei video e nella fotografia .. Vive attualmente tra il suo paese di origine e New York
Immagine = Viennale talk (2), Shirin Neshat.jpg
Didascalia = Neshat alla Viennale 2009
Didascalia2 =
Attraverso il suo lavoro Shirin Neshat analizza le difficili condizioni sociali all'interno della cultura islamica, con particolare attenzione al ruolo della donna, rivolgendosi al significato sociale, politico e psicologico dell'essere donna nelle società islamiche contemporanee.
Anche se Neshat attivamente resiste alle rappresentazioni stereotipate dell'Islam, i suoi obiettivi artistici non sono esplicitamente polemici. Piuttosto, il suo lavoro riconosce le forze intellettuali e religiose complesse che modellano l'identità delle donne musulmane nel mondo intero. Come fotografa e video-artista, Shirin Neshat è famosa per i suoi ritratti di corpi di donne interamente ricoperti da scritte in calligrafia persiana.
Ha inoltre diretto parecchi video, tra cui Anchorage (1996), proiettato su due pareti opposte: Shadow under the Web (1997), Turbulent (1998) prodotto da Noire Gallery, Rapture (1999) e Soliloquy (1999).
Nelle sue fotografie e nei suoi video mostra attraverso immagini piene di tensione dei corpi velati, dei martiri (uomini o donne), persone sottomesse, che ogni giorno devono fare i conti con la violenza ed il terrorismo.
È del 2009 il suo primo lungometraggio: Donne senza uomini, con il quale ha vinto il Leone d'Argento per la miglior regia al 66º Festival di Venezia.Donne senza uomini: intervista video alla regista Shirin Neshat

Note


Bibliografia


  • Altri progetti


    Collegamenti esterni


  • Categoria:Registi iraniani
    Categoria:Fotografi iraniani
 
Commenti

Non ci sono ancora commenti




ultima visualizzazione
la maggior parte delle visite