Today: Tuesday 3 August 2021 , 10:50 pm


advertisment
search




Armando Frigo

Last updated 8 Giorno , 12 ora 9 Visualizzazioni

Advertisement
In this page talks about ( Armando Frigo ) It was sent to us on 26/07/2021 and was presented on 26/07/2021 and the last update on this page on 26/07/2021

Il tuo commento


Inserisci il codice
  {{Sportivo
Nome= Armando Frigo
Immagine= Armando Frigo.jpg
didascalia=
Sesso= M
CodiceNazione =
Altezza=
Peso=
Disciplina= Calcio
Ruolo= Centrocampista
TermineCarriera =
SquadreGiovanili=
{{Carriera sportivo
Squadre=
{{Carriera sportivo
1934-1939 92 (36)
1939-1942 46 (7)
1942-1943 6 (0)
Fu il secondo giocatore statunitense, dopo Alfonso Negro, a militare nel campionato italiano di calcio.
Ufficiale del Regio Esercito, fu fatto prigioniero e fucilato dai tedeschi nei giorni successivi all'armistizio dell'8 settembre 1943.

Biografia

Nativo di Clinton, in Indiana, da emigrati italiani, crebbe nella vicina Blanford con i fratelli Giovanni ed Antonia : nella primavera del 1925, all'età di 8 anni, seguì i suoi genitori Giovanni Frigo e Angelica Costa nel ritorno in patria, a Vicenza.

Carriera

Gli inizi e l'esordio da professionista

Iniziò a giocare a calcio nella formazione vicentina, nella quale debuttò come professionista il 28 aprile 1935 nella gara di Serie B Vicenza-Cremonese (1-0). La prima stagione da calciatore si concluse però con la retrocessione del club in terza divisione. Frigo rimase al Vicenza fino alla stagione 1938-1939 per un totale di cinque stagioni, tutte (tranne quella d'esordio) giocate nella terza divisione italiana, marcando trentasei reti in 92 partite, prima di passare nell'estate del 1939 alla Fiorentina insieme ai compagni di squadra Gino Pasin ed Edmondo Bonansea.

Fiorentina e Spezia

La prima annata (coincidente con lo scoppio della seconda guerra mondiale) vide l'esordio del centrocampista in Serie A nella gara Fiorentina-Bologna (1-0) del 15 ottobre 1939. La stagione vide i vola partecipi di una campionato mediocre, terminato poco sopra la zona salvezza , ma protagonisti della Coppa Italia, vinta in finale contro il dopo aver eliminato , e . La squadra guadagnò la qualificazione alla Coppa Mitropa dell'anno successivo, ma dovette rinunciare a causa della guerra: Frigo chiuse il campionato con cinque reti in 21 presenze.
La stagione successiva fu di maggior caratura in campionato: i gol di Romeo Menti e Dante Di Benedetti portarono la squadra al quarto posto finale, a pari merito con il Milan , mentre in Coppa Italia arrivò l'eliminazione ai quarti di finale per mano della . Frigo ebbe meno occasioni, marcando 10 presenze in campionato senza alcuna rete siglata. Il 1941-1942 fu un anno segnato da un calo della qualità del campionato, a causa dei bombardamenti e della chiamata alle armi di diversi giocatori: la Fiorentina terminò a metà classifica, al nono posto e fu eliminata al primo turno della Coppa Italia : per il centrocampista statunitense arrivarono 15 presenze e 2 reti in campionato.
Nell'estate del 1942 Frigo venne ceduto allo Spezia, militante in Serie B, giocando 6 gare senza siglare alcuna rete. Fu l'ultimo campionato giocato prima della sospensione del torneo nazionale.

Carriera militare e morte

Frigo si arruolò nel Regio Esercito nel 1941, in seguito all'incontro in treno con un reduce mutilato, seguendo la scuola per allievi ufficiali e raggiungendo il grado di sottotenente; dopo il servizio di prima nomina a Fossombrone fu trasferito nella Provincia di Cattaro, nel Governatorato della Dalmazia, . insieme a complementi della 155ª Divisione fanteria "Emilia"Frigo, il soldato viola che morì fucilato dai nazisti per salvare i compagni violanews.com.
Dopo l'armistizio dell'8 settembre 1943 al suo reparto fu ordinato di difendere la strada tra Crkvice e Ledenice; gli italiani, poco meno di 40 uomini, resistettero per un mese, permettendo a gruppi di alpini della 1ª Divisione alpina "Taurinense" e di partigiani slavi di sganciarsi per raggiungere Nikšić. . Il 9 ottobre 1943 si arresero alle truppe della Wehrmacht per la mancanza di munizioni e viveri. Il giorno successivo i quattro ufficiali presenti (oltre a Frigo, il tenente Pietro Arcuno, il sottotenente Luigi Sedea e il sottotenente Gioacchino Del Cuore), che si erano rifiutati di togliere le mostrine nonostante le richieste dei propri uomini, furono sommariamente processati e fucilati . Nel portafoglio di Frigo fu trovata la sua tessera di calciatore della FiorentinaArmando Frigo: da centrattacco della Fiorentina a martire della Resistenza il-galileo.eu.
Il comune di Roana, paese di cui era nativo il padreCALCIATORI EROI DI GUERRA unvsliguria.it, gli ha dedicato il campo sportivohttps://www.ilgiornaledivicenza.it/home/sport/altri-sport/calciatore-e-soldato-il-sacrificio-di-reich-resiste-dopo-75-anni-1.6690989 Calciatore e soldato Il sacrificio di “Reich” resiste dopo 75 anni ilgiornaledivicenza.it, successivamente demolito.

Palmarès

  • Fiorentina: 1939-1940

    Note


    Bibliografia

  • ;Periodici
    • Giornale di Vicenza, domenica 3 agosto 2014

    Categoria:Calciatori deceduti nel periodo di attività
    Categoria:Militari italiani
    Categoria:Ufficiali del Regio Esercito
    Categoria:Persone giustiziate per fucilazione
    Categoria:Vittime di dittature nazifasciste
    Categoria:Calciatori italoamericani
     
    Commenti

    Non ci sono ancora commenti

    ultima visualizzazione
    la maggior parte delle visite