Today: Monday 14 June 2021 , 8:56 am


advertisment
search


Scrittura merovingica

Last updated 4 Giorno 10 Visualizzazioni

Advertisement
In this page talks about ( Scrittura merovingica ) It was sent to us on 10/06/2021 and was presented on 10/06/2021 and the last update on this page on 10/06/2021

Il tuo commento


Inserisci il codice
  del 695
La minuscola merovingica è una forma di scrittura corsiva minuscola medievale così denominata perché sviluppata in Francia durante la dinastia merovingia. È stata usata da VII all'VIII secolo prima dell'avvento della dinastia carolingia e dello sviluppo della minuscola carolina in zone di influenza franca, quindi non solo in Francia, ma anche in Baviera e in Italia nord-occidentale.

Origini

La scrittura merovingica è derivata dalla corsiva nuova tardoantica, probabilmente da quella in uso nelle cancellerie provinciali dipendenti dalla prefettura del pretorio delle GallieArmando Petrucci, Breve storia della scrittura latina, Bagatto Libri, 1989, p.83; data questa sua origine, le prime attestazioni della scrittura merovingica le ritroviamo in ambito documentario, in particolare nei diplomi rilasciati dai re merovingi.
La scrittura merovingica documentaria è caratterizzata da lettere compresse lateralmente, da aste molto allungate e da un complessissimo sistema di legature deformanti che la rendono molto complicata da decifrare.
Era di certo questa una scrittura troppo artificiosa ed oscura per poter essere utilizzata per scrivere i libri, pertanto per adattarla subì un processo di rielaborazione consistente in una standardizzazione del sistema delle legature e del disegno delle singole lettere (talvolta prendendo lettere in prestito dalla onciale e dalla semionciale); a questo processo parteciparono indipendentemente l'uno dall'altro vari scriptoria monastici ed arrivarono, a partire dai secoli VII-VIII, a sviluppare quelle che sono riconosciute dagli studiosi come le tipizzazioni della merovingica, che solo in questo momento diviene una scrittura libraria.
I centri che hanno sviluppato le principali tipizzazioni della scrittura merovingica sono i monasteri di Luxeuil, Laon, Corbie e Chelles.

Luxeuil


Il carattere di Luxeuil usa delle maiuscole caratteristiche, sottili e alte simili ad un miniato. Queste maiuscole hanno i tratti terminali a cuneo e la barra della lettera "A" assomiglia a una piccola lettera v mentre quella della "H" somiglia a una linea ondulata. La lettera "O" è spesso scritta a forma di diamante con una piccola o all'interno.
Nella minuscola di Luxeuil la "a" rassomiglia a due lettere c ("cc"); la "b" ha un arco aperto e una linea la collega alla lettera successiva. Grazie a queste particolarità il carattere Luxeuil viene a volte chiamato "carattere a-b". La lettera "d" può avere un'asta verticale ascendente o un'asta ascendente obliqua sulla sinistra; la "i" e molto lunga, rassomiglia a "l", "n" può essere scritta in una forma onciale (simile a "N" maiuscola); la "o" ha una forma a cuneo (un rombo) con una linea che la collega alla lettera successiva e la "t" presenta una spirale nella parte terminale sinistra dell'asta verticale.
La lettera "t" viene anche usata in numerose "legature" dove può assumere molte altre forme, anche le lettere "e" e "r" possono a volte presentare delle legature.

Laon

La grafia di Laon presenta delle lettere maiuscole più spesse rispetto alla grafia di Luxeuil. Le maiuscole iniziali sono anche decorate con animali e vi sono molte legature con la lettera i. Similmente alla minuscola visigotica, ci sono due legature differenti di ti, che rappresentano due suoni differenti ("duro" e "morbido"). Le lettere d e q presentano gli occhieli aperti. La lettera a ha un disegno unico, rassomiglia a due segni di minore ("
 
Commenti

Non ci sono ancora commenti




ultima visualizzazione
la maggior parte delle visite