Today: Monday 14 June 2021 , 8:40 am


advertisment
search


Miguel Amorós

Last updated 5 Giorno , 6 ora 3 Visualizzazioni

Advertisement
In this page talks about ( Miguel Amorós ) It was sent to us on 09/06/2021 and was presented on 09/06/2021 and the last update on this page on 09/06/2021

Il tuo commento


Inserisci il codice
 

Biografia

Nipote di anarchici, Miguel Amorós si avvicinó all'anarchismo nel 1968. Negli anni settanta partecipò alla fondazione di diversi gruppi anarchici, tra i cuali Bandera Negra, Tierra Libre, Barricada, Los Incontrolados e Trabajadores por la Autonomía Obrera y la Revolución social.Miquel Amorós, José Pellicer, el anarquista íntegro, Editorial Virus, Barcelona, 2009. Fu incarcerato durante la dittatura franchista prima di esiliarsi in Francia.
L'anarchismo di Miguel Amorós si ispira all'autogestione, la sovversione della vita quotidiana, la storia dei consigli operai, così come ai movimenti che denunciano al sindacalismo come una forma di lotta ingannosa e la morale operaia come razionaria. Le sue idee sono vicine a quelle del movimento situazionista e le correnti anti-industriali. Miguel Amorós era in contatto con Guy Debord agli inizi degli anni ottanta. Partecipò alla diffusione dei Comunicados de la prisión de Segovia nel 1980, il cui autore dei testi (A los libertarios) era proprio Guy Debord. Durante la Transizione spagnola mantenne posizioni assemblearie a favore dell'autonomia operaia.
Tra il 1984 ed il 1992, Miguel Amorós fece parte del gruppo redattore della rivista francese post-situazionista Encyclopédie des Nuisances assieme a Jaime Semprún.
Miguel Amorós ha scritto numerosi articoli per la stampa libertaria come Los amigos de Ludd. Ha anche tenuto diverse conferenze su questioni sociali, in particolare sull'ideologia del progresso ed i pregiudizi che crea. I suoi libri più conosciuti sono La Revolución traicionada. La verdadera historia de Balius y Los Amigos de Durruti (2003) e Durruti en el laberinto (2006).
Nel 2009 pubblicò una biografia dell'anarchico valenziano José Pellicer, fondatore de La Columna de Hierro durante la Guerra civile spagnola, che fece da filo conduttore allo studio dell'anarchismo nel levante spagnolo. Nel 2011 analizzò l'anarchismo in andalusia attraverso la biografia di Francisco Maroto.
Nel giugno 2012, Miguel Amorós pubblicò Salida de emergencia, libro sulla siutazione sociale attuale ed i problemi energetici Nel febbraio 2014, pubblicò una nuova edizione del Manuscrito encontrado en Vitoria, testo classico del movimento operaio autonomo spagnolo scritto originariamente nel 1976 dal proprio Amorós e Jaime Semprún, sotto il nome di Los Incontrolados.
Nel 2014 pubblicò 1968. El año sublime de la acracia, che analizza le rivolte degli stuenti a Madrid negli anni sessanta ed in particolare l'azione del gruppo Los Ácratas.
Nell'aprile del 2015, pubblicò Los incontrolados de 1937, un libro sulla vita dei nove membri del gruppo rivoluzionario Los Amigos de Durruti. Partendo dalla determinazione rivoluzionaria e la qualità umana di questi militanti proletari, Amorós ricostruisce la materia dell'ultima rivoluzione operaia, quella che va dal 16 luglio 1936 all'8 marzo 1937.
Attualmente è coeditore della rivista libertaria Argelaga

Durruti en el laberinto


Nel suo libro Durruti en el laberinto pubblicato nel 2006, Amorós racconta con precisione il ruolo di Buenaventura Durruti nello sviluppo della Rivoluzione anarchica spagnola. Amorós mostra in che modo Durruti ed i suoi compagni della Colonna Buenaventura Durruti furono traditi dalle diverse burocrazie dello schieramento repubblicano (Governo centrale, Generalidad de Cataluña, Partito comunista), includendo la burocrazia della Confederación Nacional del Trabajo (CNT), che intenzionalmente provarono a fermare i proposito rivoluzionari di Durruti fino ad attrarlo all'inganno che lo portò alla morte.
Durruti en el laberinto è stato ripubblicato nel 2014 da Virus Editorial, con l'aggiunta di nuovi testimoni che sostengono le tesi delle responsabilità degli agenti stalinisti nella morte di Durruti con la complicità della burocrazia della CNT al governo.

Bibliografia

Opere

  • Miguel Amorós, Breve storia della sezione italiana dell'Internazionale Situazionista, 2015

Traduzioni

  • (IT) La città totalitaria, Torino, Nautilus, 2009.
  • (IT) L'Alta velocità marcia, Torino, Nautilus 2012.
  • (IT) Collettivo editoriale delle Édition de la Roue, Prospettive antindustriali, Torino, Nautilus, 2015.
  • (IT) Primitivismo e storia, Torino, Nautilus, 2018.
  • (IT) Rock per principianti, Torino, Nautilus, 2019.

Note


Voci correlate

  • Anarchismo
  • Buenaventura Durruti
  • Guerra civile spagnola
  • Rivoluzione anarchica spagnola
  • Guy Debord
  • Internazionale situazionista

Collegamenti esterni


     
    Commenti

    Non ci sono ancora commenti




    ultima visualizzazione
    la maggior parte delle visite