Today: Monday 14 June 2021 , 8:48 am


advertisment
search


Homo naledi

Last updated 4 ora , 31 minuto 59 Visualizzazioni

Advertisement
In this page talks about ( Homo naledi ) It was sent to us on 14/06/2021 and was presented on 14/06/2021 and the last update on this page on 14/06/2021

Il tuo commento


Inserisci il codice
  {{Tassobox
nome=Homo naledi
statocons=fossile
immagine= Homo naledi skeletal specimens.jpg
didascalia=Olotipo
dominio=Eukaryota
regno= Animalia
sottoregno=Eumetazoa ramo= Bilateria
superphylum=Deuterostomia
phylum= Chordata
subphylum=Vertebrata
infraphylum=Gnathostomata
microphylum=
nanophylum=
superclasse=Tetrapoda
classe=Mammalia
sottoclasse= Theria
infraclasse = Eutheria
superordine=Euarchontoglires
ordine=Primates
sottordine=Haplorrhini
infraordine = Simiiformes
superfamiglia=Hominoidea
famiglia = Hominidae
sottofamiglia=Homininae
tribù=Hominini
sottotribù=Hominina
genere=Homo
sottogenere=
specie=H. naledi
sottospecie=
biautore=Berger et al.
binome=† Homo naledi
bidata=2015
triautore=
trinome=
tridata=
sinonimi=
nomicomuni=
suddivisione=
suddivisione_testo=
Homo naledi (
Berger et al., 2015
) è un ominide estinto appartenente al genere Homo. I suoi resti fossili furono rinvenuti nel 2013 nelle Rising Star Cave, parte di un sistema di caverne del Sudafrica scoperte nello stesso anno
.
Nella caverna sono stati ritrovati oltre 1.500 elementi fossili, appartenenti ad almeno 15 esemplari diversi, il che fa di Homo naledi la specie fossile meglio conosciuta nella linea evolutiva dell'Homo sapiens.

Descrizione


Rinvenuto nel 2013 in Sud Africa nella Dinaledi Chamber, caverna facente parte del complesso delle Rising Star cave, Homo naledi è stato descritto come nuova specie nel 2015. L'età dei reperti non è nota con sicurezza, anche se recenti ricerche datano i fossili ad un periodo compreso tra 335.000 e 236.000 anni fa .
Questa specie, alta circa 150 cm, mostra caratteristiche intermedie tra Australopithecus e Homo: la morfologia del cranio, della mandibola e dei denti sono simili a quelli delle altre specie di Homo, ma le dimensioni del cervello, grande all'incirca come un'arancia, sono comparabili a quelle di Australopithecus; gli arti inferiori hanno una forma molto simile a quella di Homo sapiens mentre la conformazione del bacino ricorda quella di Australopithecus afarensis; le proporzioni delle dita della mano sono simili a quelle dell'essere umano di oggi ma le falangi prossimali sono estremamente ricurve, anche in misura maggiore rispetto a qualsiasi australopiteco. La forma delle vertebre è simile a quelle delle specie del genere Homo del Pleistocene, mentre la cassa toracica si allarga nella parte inferiore come in Australopithecus afarensis.Cfr. D. Marchi, Il mistero di homo naledi, Mondadori, Milano, 2016.

Galleria d'immagini


Homo naledi.jpgResti fossili del cranio
Homo naledi hand.jpgmano
Homo naledi foot.jpgpiede
Homo naledi femur.jpgfemore
Homo naledi tibia.jpgtibia
Homo naledi mandible.jpgmandibola

Note

Annotazioni


Fonti


Altri progetti


Collegamenti esterni


  • Categoria:Ominidi
    Categoria:Primati fossili
     
    Commenti

    Non ci sono ancora commenti




    ultima visualizzazione
    la maggior parte delle visite