Today: Monday 2 August 2021 , 2:49 am


advertisment
search




Aristide Cavaillé-Coll

Last updated 7 Giorno , 11 ora 28 Visualizzazioni

Advertisement
In this page talks about ( Aristide Cavaillé-Coll ) It was sent to us on 25/07/2021 and was presented on 25/07/2021 and the last update on this page on 25/07/2021

Il tuo commento


Inserisci il codice
  di Paul Dujardin
{{Bio
Nome = Aristide
Cognome = Cavaillé-Coll
Sesso = M
LuogoNascita = Montpellier
GiornoMeseNascita = 4 febbraio
AnnoNascita = 1811
LuogoMorte = Parigi
GiornoMeseMorte = 13 ottobre
AnnoMorte = 1899
Epoca = 1800
Attività = organaro
Nazionalità = francese
PostNazionalità = , considerato il più grande esponente dell'organaria romantica francese e uno dei più importanti organari di tutti i tempi
Nacque in una famiglia organaria del sud della Francia e, grazie alle sue doti scientifiche, presto assunse un ruolo di costruttore di strumenti guidato da solidi principi di matematica e fisica, raggiunti anche con la sperimentazione, nei suoi atelier di Parigi. La sua prima grande opera è stato l'organo della basilica di Saint-Denis, costruito tra il 1837 e il 1841, dove ha fatto uso per la prima volta della leva Barker, una leva pneumatica per alleggerire la trasmissione meccanica. Grazie alla fama raggiunta con la costruzione di tale strumento, gliene sono stati commissionati molti altri, oltre 600, alcuni dei quali per interessamento di Napoleone III. Le sue più celebri realizzazioni sono gli organi maggiori della chiesa di Saint-Sulpice (1862) e della cattedrale di Notre-Dame (1867) a Parigi e della chiesa abbaziale di Saint-Ouen a Rouen, quest'ultimo considerato la sua migliore opera.
Cavaillé-Coll si è distinto per le sue alte capacità tecniche e per le innovazioni da lui introdotte, come la leva Barker per grandi strumenti e l'utilizzo sistematico della cassa espressiva anche su piccoli organi. È inoltre rimasto celebre per la sua intonazione puramente romantica, specialmente del flauto armonico e dei registri ad ancia, che ha ispirato grandi compositori come César Franck, organista titolare della basilica di Sainte-Clotilde-et-Sainte-Valère a Parigi, Charles-Marie Widor, organista titolare di Saint-Sulpice, e Louis Vierne, organista titolare di Notre-Dame.

Biografia

Famiglia

miniaturasinistraDominique-Hyacinthe Cavaillé-Coll
Aristide Cavaillé-Coll nacque il 4 febbraio 1811 a Montpellier, capitale della regione Linguadoca-Rossiglione, nel sud della Francia, secondo figlio di Dominique-Hyacinthe Cavaillé-Coll e Jeanne Autard. La sua era una famiglia di organari sin dai tempi del domenicano Joseph Cavaillé, fratello del bisnonno di Aristide, vissuto tra il 1700 e il 1767, che aveva imparato il mestiere da Jean Esprit Isnard e con lui aveva costruito l'organo della chiesa di Saint-Pierre-des-Cuisines a Tolosa. Dominique-Hyacinthe (1771-1862), figlio di Jean-Pierre Cavaillé e Marie-Françoise Coll, aveva continuato l'attività di organaro del padre prima in Francia, poi 1788 in Spagna, per tornare nella madre patria dal 1791 al 1798 per intraprendere la carriera militare e definitivamente nel 1805, ricominciando la sua attività di organaro. Da sua moglie Jeanne Autard ebbe due figli, entrambi organari: Vincent (1806-1886) e Aristide.

Infanzia e formazione

Nel 1814 la famiglia si trasferì in Spagna, a Lleida, per via dei disordini successivi alla restaurazione della dinastia borbonica sul trono di Francia con Luigi XVIII. Ivi Aristide ricevette una prima sommaria istruzione, tuttavia insufficiente, di tipo linguistico, senza intraprendere lo studio di uno strumento o di teoria musicale. I Cavaillé-Coll tornarono in Francia nel 1824 e si stabilirono dapprima a Gaillac, nella regione Midi-Pirenei, poi a Tolosa. Lavorando nella bottega del padre, dimostrò grande maestria e doti matematiche e nel 1829, all'età di 18 anni, fu mandato in Spagna per lavorare per conto del padre, dove inventò le unioni a pedaletto e l'espressione regolata tramite pedaletto.
File:Aristide Cavaillé-Coll - Grenier.jpegminiaturadestraAristide Cavaillé-Coll nel 1836 all'età di 25 anni, in un dipinto di Claude-Jules Grenier
Tornato a Tolosa nel 1831, lavorò con il padre e il fratello all'ideazione e costruzione di un nuovo strumento musicale, il Poïkilorgue, per la musica da camera, ispirato alla fisarmonica e considerato un prototipo dell'armonium. Simile nella forma ad un pianoforte verticale, Il suo suono viene prodotto da ance libere messe in vibrazione dall'aria prodotta da un mantice a cuneo, regolato da un pedale, e introdotta all'interno di un mantice a lanterna con apposito pedale per regolare l'espressione.
Nel 1833 Gioachino Rossini si recò a Tolosa per dirigere l'opera Roberto il diavolo ed ebbe occasione di fare conoscenza con Aristide Cavaillé-Coll che gli presentò il Poïkilorgue; tale strumento venne molto apprezzato dal musicista italiano tanto che Rossini invitò Cavaillé-Coll a trasferire la propria attività a Parigi scrivendo lui stesso delle lettere di presentazione. Nel settembre dello stesso anno Dominique-Hyacinthe, Vincent e Aristide traslocarono al numero 11 di quai Voltaire, nel VII arrondissement di Parigi.
Nel 1834 Aristide ricevette la medaglia di bronzo della Société d'encouragement pour l'industrie nationale per aver inventato, all'età di 19 anni, una nuova tipologia di sega circolare.

Costruzione dell'organo della basilica di Saint-Denis

Al suo arrivo a Parigi, la maggior parte degli organi a canne della città erano in pessime condizioni, sia a causa dei danneggiamenti subiti durante la Rivoluzione francese, sia per l'assenza di un organaro serio: François-Henri Clicquot era morto nel 1791 e nel 1815 vi erano soltanto Pierre-François Dallery e Jean Somer. Gli organi presenti in città corrispondevano al gusto dell'orgue classique, ovvero l'organo barocco francese, caratterizzato soprattutto dalla giustapposizione delle varie tipologie e combinazioni di registri (come ad esempio Plein-Jeu, il ripieno, e il Grand-Jeu, i registri ad ancia) e da pedaliere ridotte.
File:Organ of Saint-Denis Paris 1841.jpgminiaturasinistraDisegno del nuovo organo di Saint-Denis, costruito da Cavaillé-Coll tra il 1834 e il 1841
Nel 1833 venne indetto un concorso per la costruzione di un nuovo grande organo per la basilica di Saint-Denis, nell'omonima località alle porte di Parigi, in quanto l'organo precedente, costruito alla fine del XVII secolo e considerato uno degli organi migliori della Francia, era stato trafugato in seguito alla Rivoluzione francese. Dopo essere arrivato a Parigi, Aristide Cavaillé-Coll aveva fatto amicizia, grazie ad una lettera di Rossini, con Henri Montan Berton, membro della commissione incaricata di scegliere il miglior progetto per il nuovo organo di Saint-Denis. Saputo del concorso tramite Berton, Cavaillé-Coll volle compiere un sopralluogo nella basilica e in pochi giorni presentò un proprio progetto. I concorrenti di Cavaillé-Coll erano organari famosi: Pierre Erard, John Abbey, Louis Callinet e Louis-Paul Dallery, che aveva rifiutato una richiesta di lavoro da parte dello sconosciuto Cavaillé-Coll. Fu proprio quest'ultimo ad aggiudicarsi l'opera, con contratto stipulato il 2 ottobre 1834, nel quale si stabiliva che dovesse essere costruito in tre anni e mezzo un organo a cinque tastiere e pedaliera con 81 registri, al prezzo di 80.000 franchi; in seguito il prezzo venne alzato a 85.000 franchi e il numero dei registri abbassato a 71.
La realizzazione dello strumento venne condotta, sotto la supervisione di Aristide, anche dal padre e dal fratello, con l'ausilio del falegname André Bouxin e dell'organaro Antoine Sauvage per la costruzione dei somieri e delle canne; la maggior parte del lavoro venne svolta all'interno delle due torri campanarie della basilica, sebbene i Cavaillé-Coll avessero un proprio laboratorio a Parigi in Rue Neuve-Saint-Georges 14, nei pressi della chiesa di Notre-Dame-de-Lorette, per la quale costruirono un organo a tre tastiere e pedaliera e 48 registri nel 1836-1838.
Nella costruzione dell'organo di Saint-Denis, si presentò un problema apparentemente irrisolvibile dovuto alle grandi dimensioni dello strumento e alla trasmissione meccanica, l'unico tipo di trasmissione conosciuto allora: quest'ultima, infatti, all'aumentare dei registri e dei manuali, si complica e, a manuali uniti, i tasti diventano molto pesanti nel tocco. La soluzione al problema di creare una trasmissione leggera al tocco ed efficiente si ebbe grazie all'incontro tra Aristide Cavaillé-Coll e l'organaro inglese Charles Spackman Barker (1804-1879). Barker aveva ideato, tra il 1832 e il 1835 un sistema pneumatico per alleggerire il tocco nei grandi organi meccanici, sistema che da lui prese il nome di leva Barker. Cavaillé-Coll, riconoscendo le alte potenzialità di questa macchina, la sviluppò con il suo ideatore per poi applicarla all'organo di Saint-Denis.
L'applicazione della leva Barker all'organo Cavaillé-Coll si ebbe quando la parte strumentale dello strumento era ormai conclusa e si stava procedendo al posizionamento delle canne sui somieri. La cassa dell'organo venne ideata dall'architetto della basilica François Debret che, nel il suo progetto, si ispirò ad alcune miniature medioevali. La costruzione del prospetto, in stile neogotico, venne eseguita dal falegname André Bouxin con decorazioni a rilievi di Blois e Brun.
L'organo, completato in tutte le sue parti, venne inaugurato il 21 settembre 1841. Rispetto al progetto originario, le tastiere erano state ridotte da cinque a tre e i registri da 71 a 69. Le maggiori innovazioni introdotte furono la cassa espressiva e il gran numero di flauti armonici (tutti i flauti di 8', 4' e 2' dei manuali, ad eccezione del Flûte cônique 8' del Grand-Orgue). L'organo aveva tre tastiere di 54 note ciascuna e pedaliera di 30 pedali, con soltanto le prime 25 note reali. La sua disposizione fonica è la seguente:
{ border="0" cellspacing="0" cellpadding="10"
style="vertical-align:top"
{ border="0"
colspan=2 I - Grand-Orgue
-
Montre 16'
-
Bourdon 16'
-
Montre 8'
-
Flûte harmonique 8'
-
Diapason 8'
-
Viole de gambe 8'
-
Bourdon 8'
-
Dulciana 8'
-
Grosse quinte 5.1/3'
-
Prestant 4'
-
Flûte 4'
-
Octave 4'
-
Quinte 2.2/3'
-
Doublette 2'
-
Grande fourniture 4 rangs
-
Grosse cymbale 5 rangs
-
Fourniture 3 rangs
-
Cymbale 4 rangs
-
Basson 16'
-
Trompette harmonique 8'
-
Basson 8'
-
Clairon 4'
-
{ border="0"
colspan=2 I - Grand-Chœur
-
Basse acoustique 16'
-
Grosse flûte harmonique 16'
-
Violoncelle 8'
-
Flûte harmonique 8'
-
Diapason 8'
-
Unda maris 8'
-
Prestant 4'
-
Flûte octaviante 4'
-
Octavin 2'
-
Grand cornet 5 rangs 8'
-
Sesquialtera 3 rangs 8'
-
Tuba magna 16'
-
Tuba mirabilis 8'
-
Quinte trompete 5.1/3'
-
Clairon 4'
-
Clairon doublette 2'
-
style="vertical-align:top"
{ border="0"
colspan=2
II - Bombarde

-
Principale basse 16'
-
Quintatön 16'
-
Flûte harmonique 8'
-
Flûte conique 8'
-
Kéraulophone 8'
-
Bourdon 8'
-
Grosse flûte 4'
-
Octave 4'
-
Grosse tierce 3.1/5'
-
Nazard 2.2/3'
-
Septième 2.2/7'
-
Octavin 2'
-
Grosse cornet 5 rangs 16'
-
Bombarde 16'
-
Trompette 8'
-
Clairon 4'
-
{ border="0"
colspan=2 IV - Récit expressif
-
Bourdon 16'
-
Corni dolci 16'
-
Flûte harmonique 8'
-
Flûte à pavillon 8'
-
Viole de gambe 8'
-
Voix céleste 8'
-
Dulciana 4'
-
Flûte octaviante 4'
-
Octave 4'
-
Flageolet 2'
-
Musette 8'
-
Voix humaine 8'
-
Basson 16'
-
Trompette harmonique 8'
-
Clairon harmonique 4'
-
Cornet de 5 rangs 8'
-
Trémolo
-
style="vertical-align:top"
{ border="0"
colspan=2
III - Positif

-
Violon Basse 16'
-
Bourdon 16'
-
Flûte traversière 8'
-
Diapason 8'
-
Salicional 8'
-
Cor de nuit 8'
-
Voix angélique 8'
-
Flûte douce 4'
-
Dulciana 4'
-
Quinte 2.2/3'
-
Doublette 2'
-
Plein jeu 5 rangs 8'
-
Cor d'harmonie 16'
-
Trompette harmonique 8'
-
Cromorne 8'
-
Basson et hautbois 8'
-
{ border="0"
colspan=2 V - Solo expressif
-
Soubasse 16'
-
Flûte Conique 16'
-
Flûte traversière harmonique 8'
-
Diapason 8'
-
Quintatön 8'
-
Flûte octaviante 4'
-
Nazard 2.2/3'
-
Doublette 2'
-
Tierce 1.3/5'
-
Larigot 1.1/3'
-
Septième 1.1/7'
-
Piccolo 1'
-
Cor anglais 16'
-
Clarinette 8'
-
Trompette harmonique 8'
-
Violon harmonique 4'
-
Trémolo
-
style="vertical-align:top"
{ border="0"
colspan=2 Pédale
-
Principale basse 32'
-
Montre 32'
-
Gros bourdon 32'
-
Basse acoustique 32'
-
Grosse flûte 16'
-
Contre-basse 16'
-
Violonbasse 16'
-
Soubasse 16'
-
Grosse quinte 10.2/3'
-
Grosse flûte 8'
-
Diapason 8'
-
Violoncelle 8'
-
Bourdon 8'
-
Grand tierce 6.2/5'
-
Grosse quinte 5.1/3'
-
Septième 4.4/7'
-
Octave 4'
-
Contre-bombarde 32'
-
Bombarde 16'
-
Quinte bombarde 10.2/3'
-
Trompette 8'
-
Clairon 4'
-

Gli ultimi anni

Gli organi di Saint-Sernin e di Saint-Ouen

Tra il 1888 e il 1890, vennero costruiti da Cavaillé-Coll due dei suoi strumenti più famosi. Entrambi sono accomunati dallo spazio esiguo delle casse dei precedenti organi all'interno delle quali dovettero essere costruiti, ma anche da un elevato livello di qualità del suono prodotto.
miniaturadestraL'organo maggiore della chiesa di Saint-Ouen a Rouen
Il primo di questi è l'organo maggiore della basilica di Saint-Sernin a Tolosa, costruito nel 1843 dalla ditta Daublaine Callinet ma ricostruito riutilizzando solo parte dello strumento precedente da Cavaillé-Coll nel 1888-1889. Lo strumento, la cui intonazione venne affidata a Felix Reinburg, è stato subito considerato come una delle maggiori realizzazioni dell'organaro ed in seguito non ha subito cambiamenti. L'organo ha 54 registri e la sua consolle è a finestra, con tre tastiere di 56 note ciascuna e pedaliera dritta di 30 note. La disposizione fonica, ricca di registri ad ancia ma con un limitato numero di registri di mutazione, è caratterizzata dalla presenza di due trombe armoniche, una in 8' e una in 4', poste en chamade.
Il secondo organo, immediatamente successivo, è l'organo maggiore della chiesa abbaziale di Saint-Ouen a Rouen, terminato nel 1890 e anch'esso rimasto inalterato nelle sue caratteristiche e nella sua intonazione. Lo strumento, definito da Charles-Marie Widor un organo da Michelangelo (in francese: un orgue à Michel-Ange) è da molti considerato l'opera più importante di Aristide Cavaillé-Coll e possiede 64 registri suddivisi su quattro tastiere, di 56 note ciascuna, e pedaliera, di 30 note. La sua disposizione fonica è caratterizzata dal ritorno ad un Grand-Orgue con soli fondi di 16', 8' e 4' e con pochi registri ad ancia, nonché da un ricco Récit di 20 registri.

Il fallimento e la morte

File:Sepultuur Cavaille Coll.JPGminiaturasinistraLa tomba della famiglia Cavaillé-Coll nel cimitero di Montparnasse
Negli ultimi anni, più volte la ditta di Cavaillé-Coll era stata sull'orlo del fallimento.
Con la morte di Gabriel Reinburg (28 gennaio 1891), il migliore intonatore dell'azienda, questa cominciò un rapido declino che la portò al fallimento. Il debito contratto con il maggior creditore, il Crédit Foncière, che aveva anche un'ipoteca sugli edifici di Cavaillé-Coll, portò ad una sentenza emessa dalla Chambre des Saisies Immobilières del Tribunale della funzione pubblica Senna (5 novembre 1891) e ad un successivo accordo con parte dei creditori. Successivamente, i laboratori e i macchinari vennero venduti al ricco mercante Emile Cholet che a sua volta li affittò a Cavaillé-Coll, mentre la casa venne assegnata all'Institution de Barral e trasformata in collegio femminile. Il 18 giugno 1898 l'azienda venne ceduta a Charles Mutin che già vi aveva lavorato in precedenza e che rimase alla sua direzione fino al 1924; l'ultimo grande organo costruito da Cavaillé-Coll fu quello per il castello del barone Albert Espée (1898), con 74 registri e consolle con 4 tastiere di 61 note ciascuna e pedaliera dritta di 32 note e i pomelli dei registri disposti ad anfiteatro, come negli organi di Saint-Sulpice e di Notre-Dame; successivamente lo strumento è stato venduto alla basilica del Sacro Cuore di Parigi.
Aristide Cavaillé-Coll si trasferì in un appartamento al numero 21 di rue du Vieux-Colombier insieme alla figlia Cécile e ad una famiglia di domestici devoti; ivi morì alle ore 9 del mattino di venerdì 13 ottobre 1899. Le esequie si tennero il 16 seguente nella chiesa di Saint-Sulpice e lo stesso giorno il corpo venne tumulato nella tomba di famiglia, nel cimitero di Montparnasse, a Parigi.

Realizzazioni

Nella seguente lista, sono elencati gli alcuni costruiti da Aristide Cavaillé-Coll. Per i parametri località, edificio, tastiere e di registri, si intendono le caratteristiche dello strumento al momento della costruzione, senza contare delle modifiche successive, eventualmente segnalate. .
{ Immagine!! Tastiere !! Registri !! Modificato successivamente !! Note
-
opus 4
1838
Parigi
Chiesa di Notre-Dame-de-Lorette
Organo maggiore
160pxcenter
III/P
48
No
50pxleftlink=http://www.culture.gouv.fr/public/mistral/palissy_fr?ACTION=CHERCHER&FIELD_1=REF&VALUE_1=PM75002702Strumento: monumento storico di Francia
-
opus 10
1841
Saint-Denis
Basilica di Saint-Denis
Organo maggiore
160pxcenter
III/P
69
No
50pxleftlink=http://www.culture.gouv.fr/public/mistral/palissy_fr?ACTION=CHERCHER&FIELD_1=REF&VALUE_1=PM93000478Cassa: monumento storico di Francia
50pxleftlink=http://www.culture.gouv.fr/public/mistral/palissy_fr?ACTION=CHERCHER&FIELD_1=REF&VALUE_1=PM93000205Strumento: monumento storico di Francia
-
opus 14
1842
Parigi
Chiesa di Saint-Roch
Organo maggiore
160pxcenter
IV/P
53

50pxleftlink=http://www.culture.gouv.fr/public/mistral/palissy_fr?ACTION=RETROUVER&FIELD_1=Cpal5&VALUE_1=PARIS&FIELD_2=EDIF&VALUE_2=%27SAINT-ROCH%27&FIELD_3=Cpal1&VALUE_3=&FIELD_4=Cpal2&VALUE_4=&FIELD_5=Cpal3&VALUE_5=&FIELD_6=REPR&VALUE_6=&FIELD_7=TOUT&VALUE_7=&FIELD_8=adresse&VALUE_8=&FIELD_9=DOSURLP&VALUE_9=%20&NUMBER=2&GRP=0&REQ=%28%28PARIS%29%20%3aLOCA%2cPLOC%2cINSEE%20%20ET%20%20%28%28%27SAINT-ROCH%27%29%20%3aEDIF%20%29%29&USRNAME=nobody&USRPWD=4%24%2534P&SPEC=9&SYN=1&IMLY=&MAX1=1&MAX2=200&MAX3=200&DOM=TousCassa e strumento: monumento storico di Francia
-
opus 15
1842
Parigi
Chiesa della Madeleine
Organo del coro
II/P
12

Disposizione fonica originaria
-
opus 19
1845
Parigi
Chiesa di Saint-Roch
Organo del coro
160px
II/P
12

50pxleftlink=http://www.culture.gouv.fr/public/mistral/palissy_fr?ACTION=RETROUVER&FIELD_1=Cpal5&VALUE_1=PARIS&FIELD_2=EDIF&VALUE_2=%27SAINT-ROCH%27&FIELD_3=Cpal1&VALUE_3=&FIELD_4=Cpal2&VALUE_4=&FIELD_5=Cpal3&VALUE_5=&FIELD_6=REPR&VALUE_6=&FIELD_7=TOUT&VALUE_7=&FIELD_8=adresse&VALUE_8=&FIELD_9=DOSURLP&VALUE_9=%20&NUMBER=1&GRP=0&REQ=%28%28PARIS%29%20%3aLOCA%2cPLOC%2cINSEE%20%20ET%20%20%28%28%27SAINT-ROCH%27%29%20%3aEDIF%20%29%29&USRNAME=nobody&USRPWD=4%24%2534P&SPEC=9&SYN=1&IMLY=&MAX1=1&MAX2=200&MAX3=200&DOM=TousCassa: monumento storico di Francia
-
opus 26
1846
Parigi
Chiesa della Madeleine
Organo maggiore
160pxcenter
IV/P
48

50pxleftlink=http://www.culture.gouv.fr/public/mistral/palissy_fr?ACTION=CHERCHER&FIELD_1=REF&VALUE_1=PM75002541Strumento: monumento storico di Francia
-
opus 37
1846
Ajaccio
Cattedrale di Notre-Dame-de-l'Assomption
160pxcenter
III/P
34

-
opus ?
1850
Castelnau-d'Estrétefonds
Saint-Martin a Castelnau-d'Estrétefonds
Organo maggiore
160pxcenter
50pxleftlink=http://www.culture.gouv.fr/public/mistral/palissy_fr?ACTION=CHERCHER&FIELD_1=REF&VALUE_1=PM75002718Strumento: monumento storico di Francia
-
opus 52
1852
Parigi
Chiesa di Saint-Vincent-de-Paul
Organo maggiore
160pxcenter
III/P
47

50pxleftlink=http://www.culture.gouv.fr/public/mistral/palissy_fr?ACTION=CHERCHER&FIELD_1=REF&VALUE_1=PM75002718Strumento: monumento storico di Francia
-
opus 59
1853
Parigi
Chiesa di Sainte-Genevièveattualmente nella chiesa del Val-de-Grâce di Parigi.
160pxcenter
II/P
22

50pxleftlink=http://www.culture.gouv.fr/public/mistral/palissy_fr?ACTION=CHERCHER&FIELD_1=REF&VALUE_1=PM75001653Strumento: monumento storico di Francia
-
opus 76/7
1855
Parigi
Fideles Compagnes de Jesus
Organo del coroattualmente nell'oratorio del pio luogo de' Nazzareni a Padova.
II/P
8
No
-
opus 109/51
1858
Parigi
Chiesa di Saint-Vincent-de-Paul
Organo del coro
160pxcenter
II/P
22

-
opus 88/22
1859
Parigi
Basilica di Sainte-Clotilde-et-Sainte-Valère
160pxcenter
III/P
46

Disposizione fonica originaria
File:Logo monument historique - rouge ombré, encadré.svg50pxleftlink=http://www.culture.gouv.fr/public/mistral/palissy_fr?ACTION=CHERCHER&FIELD_1=REF&VALUE_1=PM75001994Strumento: monumento storico di Francia
-
opus 103/43
1856
Parigi
Chiesa di Saint-Jacques-du-Haut-Pas
Organo del coro
160pxcenter
II/P
14
No
-
opus 121/9
1857
Parigi
Chiesa di Saint-Merri
Organo maggiore
160pxcenter
III/P
39

50pxleftlink=http://www.culture.gouv.fr/public/mistral/palissy_fr?ACTION=CHERCHER&FIELD_1=REF&VALUE_1=PM75001088Cassa: monumento storico di Francia
50pxleftlink=http://www.culture.gouv.fr/public/mistral/palissy_fr?ACTION=CHERCHER&FIELD_1=REF&VALUE_1=PM75001125Strumento: monumento storico di Francia
-
opus 154/114
1860
Auch
Cattedrale di Sainte-Marie
Organo dello jubé
160pxcenter
II/P
15
No
50pxleftlink=http://www.culture.gouv.fr/public/mistral/palissy_fr?ACTION=CHERCHER&FIELD_1=REF&VALUE_1=PM32000061Strumento: monumento storico di Francia
-
opus 172/139
1860
Parigi
Opéra Garnier
II/P
10
No
-
opus 163/127
1861
Nancy
Cattedrale di Notre-Dame-de-l'Annonciation
Organo maggiore
160pxcenter
IV/P
64

50pxleftlink=http://www.culture.gouv.fr/public/mistral/palissy_fr?ACTION=CHERCHER&FIELD_1=REF&VALUE_1=PM54000509Cassa e cantoria: monumento storico di Francia
50pxleftlink=http://www.culture.gouv.fr/public/mistral/palissy_fr?ACTION=CHERCHER&FIELD_1=REF&VALUE_1=PM54001311Strumento: monumento storico di Francia
-
opus 118/63
1862
Parigi
Chiesa di Saint-Sulpice
Organo maggiore
160pxcenter
V/P
100

50pxleftlink=http://www.culture.gouv.fr/public/mistral/palissy_fr?ACTION=CHERCHER&FIELD_1=REF&VALUE_1=PM75001821Cassa: monumento storico di Francia50pxleftlink=http://www.culture.gouv.fr/public/mistral/palissy_fr?ACTION=CHERCHER&FIELD_1=REF&VALUE_1=PM75001873Strumento: monumento storico di Francia
-
opus 204/176
1863
Parigi
Chiesa di Saint-Étienne-du-Mont
Organo maggiore
160pxcenter
III/P
39

-
opus 242/217
1864
Metz
Cattedrale di Saint-Étienne
Organo del coro
160pxcenter
II/P
10

-
opus 304/289
1867
Parigi
Chiesa della Sainte-Trinité
Organo del coro
160pxcenter
II/P
15
No
-
opus 230/204
1868
Parigi
Cattedrale di Notre-Dame
Organo maggiore
160pxcenter
V/P
86

50pxleftlink=http://www.culture.gouv.fr/public/mistral/palissy_fr?ACTION=CHERCHER&FIELD_1=REF&VALUE_1=PM75004223Cassa: monumento storico di Francia50pxleftlink=http://www.culture.gouv.fr/public/mistral/palissy_fr?ACTION=CHERCHER&FIELD_1=REF&VALUE_1=PM75000685Cassa: monumento storico di Francia
50pxleftlink=http://www.culture.gouv.fr/public/mistral/palissy_fr?ACTION=CHERCHER&FIELD_1=REF&VALUE_1=PM75000693Strumento: monumento storico di Francia50pxleftlink=http://www.culture.gouv.fr/public/mistral/palissy_fr?ACTION=CHERCHER&FIELD_1=REF&VALUE_1=PM75002781Consolle Cavaillé-Coll: monumento storico di Francia
-
opus 271/254
1868
Parigi
Chiesa della Sainte-Trinité
Organo maggiore
160pxcenter
III/P
46

50pxleftlink=http://www.culture.gouv.fr/public/mistral/palissy_fr?ACTION=CHERCHER&FIELD_1=REF&VALUE_1=PM75002706Strumento: monumento storico di Francia
-
opus 288/272
1868
Roma
Chiesa di Santa Maria dell'Umiltà
II/P
10
No
-
opus 326/313
1869
Parigi
Chiesa di Saint-Pierre-de-Montmartre
160pxcenter
II/P
12
No
50pxleftlink=http://www.culture.gouv.fr/public/mistral/palissy_fr?ACTION=CHERCHER&FIELD_1=REF&VALUE_1=PM75002524Cassa: monumento storico di Francia
-
opus 365/354
1874
Parigi
Chiesa di Notre-Dame-de-la-Croix de Ménilmontant
160pxcenter
III/P
26

50pxleftlink= : monumento storico di Francia
-
opus 367/356
1874
Angers
Cattedrale di Saint-Maurice
Organo maggiore
160pxcenter
III/P
46

50pxleftlink=http://www.culture.gouv.fr/public/mistral/palissy_fr?ACTION=CHERCHER&FIELD_1=REF&VALUE_1=PM49000020Cassa: monumento storico di Francia
-
opus 569
1885
Caen
Chiesa di Saint-Étienne
Organo maggiore
160pxcenter
III/P
50
No
50pxleftlink=http://www.culture.gouv.fr/public/mistral/palissy_fr?ACTION=CHERCHER&FIELD_1=REF&VALUE_1=PM14000177Cassa: monumento storico di Francia
50pxleftlink=http://www.culture.gouv.fr/public/mistral/palissy_fr?ACTION=CHERCHER&FIELD_1=REF&VALUE_1=PM14000185Strumento: monumento storico di Francia
-
opus 378/367
1873
Versailles
Cappella palatina
160pxcenter
II/P
23
con materiale fonico e cassa del precedente strumento di Robert Clicquot (1708-1711), in seguito trasferito nella chiesa di Saint-Martin a Rennes (senza la cassa) e modificato.
Disposizione fonica originaria
File:Logo monument historique - rouge ombré, encadré.svg50pxleftlink=http://www.culture.gouv.fr/public/mistral/palissy_fr?ACTION=CHERCHER&FIELD_1=REF&VALUE_1=PM78000762Cassa: monumento storico di Francia
-
opus 405/401
1873
Arles
Chiesa di Saint-Trophime
160pxcenter
I/P
7

Disposizione fonica originaria
-
opus 396/391
1875
Lourdes
Basilica dell'Immaculée-Conception
160pxcenter
II/P
25
No
50pxleftlink=http://www.culture.gouv.fr/public/mistral/palissy_fr?ACTION=CHERCHER&FIELD_1=REF&VALUE_1=PM65000317
-
opus 581
1883
Parigi
Chiesa di Saint-Sulpice
Organo del coro
160pxcenter
II/P
21

-
opus 571
1884
Madrid
Basilica reale di San Francisco el Grande
160pxcenter
II/P
22
No
-
opus 613
1887
Parigi
Cattedrale anglicana della Sainte-Trinité
III/P
40

-
opus 619
1889
Tolosa
Basilica di Saint-Sernin
Organo maggiore
160pxcenter
III/P
54
No
50pxleftlink=http://www.culture.gouv.fr/public/mistral/palissy_fr?ACTION=CHERCHER&FIELD_1=REF&VALUE_1=PM31000821Strumento: monumento storico di Francia
-
opus 620
1889
Amiens
Cattedrale di Notre-Dame
160pxcenter
III/P
51
No
50pxleftlink=http://www.culture.gouv.fr/public/mistral/palissy_fr?ACTION=CHERCHER&FIELD_1=REF&VALUE_1=PM80000123Cassa: monumento storico di Francia
-
opus 630
1890
Rouen
Chiesa abbaziale di Saint-Ouen
Organo maggiore
160pxcenter
IV/P
64
No
50pxleftlink=http://www.culture.gouv.fr/public/mistral/palissy_fr?ACTION=CHERCHER&FIELD_1=REF&VALUE_1=PM76001448Cassa: monumento storico di Francia
50pxleftlink=http://www.culture.gouv.fr/public/mistral/palissy_fr?ACTION=CHERCHER&FIELD_1=REF&VALUE_1=PM76001573Strumento: monumento storico di Francia
-
opus 690
1896
Rouen
Residenza di Marcel Dupréattualmente nella cattedrale di Notre-Dame di Rouen.
160pxcenter
II/P
10

50pxleftlink=http://www.culture.gouv.fr/public/mistral/palissy_fr?ACTION=CHERCHER&FIELD_1=REF&VALUE_1=PM76001568Strumento: monumento storico di Francia
-
opus 684
1897
Lourdes
Basilica di Notre-Dame-du-Rosaire
160pxcenter
III/P
40

-
opus 678
1898
Biarritz-Bidart
Castello del barone Albert Espéeattualmente organo maggiore della basilica del Sacro Cuore di Parigi.
160pxcenter
IV/P
70

Disposizione fonica originaria e attuale a confronto
File:Logo monument historique - rouge ombré, encadré.svg50pxleftlink=http://www.culture.gouv.fr/public/mistral/palissy_fr?ACTION=CHERCHER&FIELD_1=REF&VALUE_1=PM75002501Strumento: monumento storico di Francia
-

Onorificenze e riconoscimenti

.






  • Note e fonti

    ; Note
    ; Fonti

    Bibliografia

    ; In lingua italiana
    ; In lingua francese
    ; In lingua inglese
    ;In lingua tedesca

    Altri progetti


    Collegamenti esterni


  •  
    Commenti

    Non ci sono ancora commenti

    ultima visualizzazione
    la maggior parte delle visite